Riaprono i cantieri didattici dell'Uia di Venezia - Il Giornale del Restauro e del Recupero dell'Arte
Il Parco Reale della Reggia di Caserta riapre il 2 giugno
20 Maggio 2020
Silhouette d’arte, il quiz online lanciato dal MiBACT
25 Maggio 2020

Riaprono i cantieri didattici dell’Uia di Venezia

Anche l’Università Internazionale dell’Arte di Venezia è pronta a riaprire i suoi cantieri didattici, in virtù del decreto della Regione Veneto del 24 aprile 2020.

Redazione

Primi a riprendere i lavori, gli studenti del secondo anno che saranno impegnati sul portale di Giovanni Buora nei chiostri della Fondazione Cini, istituzione con la quale Uia ha avviato da un paio d’anni una collaborazione prestigiosa. Un progetto questo, per il cui restauro l’Uia ha ricevuto un contributo da parte dell’associazione “Un amico a Venezia” che l’ha premiato come Eccellenza Veneziana.

La settimana prossima sarà invece la volta del laboratorio ligneo a Villa Hériot (1° anno), sede dell’Uia, e del cantiere nella chiesa di San Nicola da Tolentino dove gli studenti del terzo e ultimo anno potranno ricominciare a operare sul transetto. In totale oltre quaranta studenti riprenderanno l’attività in presenza, mentre la formazione a distanza (FaD) non si è mai interrotta.

L’Università Internazionale dell’Arte organizza ogni anno un corso superiore triennale professionale di Tecnico del Restauro di Beni Culturali, completamente gratuito poiché finanziato da Regione Veneto e Fondo Sociale Europeo, articolato in tre settori (uno per anno):

  • restauro delle sculture lignee policrome
  • conservazione dei materiali lapidei
  • conservazione delle superfici decorate dell’Architettura.

In questi giorni si sono aperte le preiscrizioni per l’anno 2020-21.

Per informazioni: 
Tel. 041-5287090
Email: uiave@tin.it
Condividi