"La morale dei singoli": Mostra di opere della biennale doutdo a Pompei - Il Giornale del Restauro e del Recupero dell'Arte
Il dialogo dei contrapposti, i protagonisti del ‘900 – Reggia di Caserta
Il dialogo dei contrapposti, i protagonisti del ‘900 – Reggia di Caserta
6 Maggio 2019
I resti umani del passato, dai calchi di Pompei alle mummie egizie
13 Maggio 2019

“La morale dei singoli”: Mostra di opere della biennale doutdo a Pompei

Mostra delle opere della biennale doutdo 2018-19 "La morale dei singoli"
“La morale dei singoli”, tema della quarta edizione di doutdo (2018-2019), è la definizione che del progetto stesso fu data nel 2016 da Alessandro Mendini, mentore di questa edizione insieme a Philip Rylands. Il tema scelto pone l’accento sulla “rivoluzione” etica che può essere innescata dalla responsabilità individuale e dalle azioni di ognuno di noi, dando prova del potere che il singolo ha quando si mette in connessione con gli altri, generando una sensibilità collettiva responsabile nei confronti della propria comunità.

Redazione

“Pensare che possano esistere dei raggruppamenti d’arte sotto forma etica, basati sulla morale dei singoli, è una cosa molto interessante e inedita, una cosa che non esisteva… Un unicum”Alessandro Mendini

Grazie alla disponibilità di numerosi artisti, ma anche all’impegno, alla professionalità e al tempo dedicato dal Comitato Organizzatore, doutdo concretizza un progetto charity di grande valenza culturale dedicato al mondo dell’arte, finalizzato a sostenere le attività di ricerca e assistenza della Fondazione a cui sono devoluti i fondi raccolti dalle donazioni per adottare le opere della collezione.

Doutdo è un progetto biennale avviato nel 2012 e promosso dall’Associazione Amici della Fondazione Hospice MT. Chiantore Seràgnoli, con lo scopo di sostenere la Fondazione Hospice a Bologna: un “dare per dare” che si oppone, o quanto meno si discosta da un utilitaristico o egoistico “dare per ricevere”. Una restituzione di senso e valore, quella operata da doutdo, che non ricerca o pretende nulla in cambio.

La morale dei singoli: perché Pompei

“E per la prima volta, forse, nell’antica città prima greca, poi cumana, sannita e infine romana… verrà quindi pronunciata, nel 2019, una frase latina ma priva di alcun senso apparente… non do ut des… ma do ut do… Incipit di un nuovo racconto pompeiano composto fra parole e immagini, fra sparizione e riapparizione, fra rovine e scoperte, fra oggetti culturali e materie naturali, fra arti umanistiche e scienze dure. Fra molti singoli e una sola comunità”. – Andrea Viliani

Il progetto, a cura di Andrea Viliani, Direttore del MADRE – Museo d’Arte Contemporanea Donnaregina e di Mario Cucinella Architects per la progettazione dell’allestimento tecnico, si inserisce in un contesto unico: Pompei.

Simbolo di distruzione e di rinascita, il sito archeologico di Pompei racchiude in sé il concetto di cantiere in continua trasformazione, fra rovine e nuove scoperte, fra materia naturale e oggetti culturali antichi ma anche contemporanei che raccontano i valori e la storia di una comunità.

Le 31 opere donate da artisti italiani e internazionali della collezione doutdo 2019 saranno esposte nelle sale del Portico Nord della Palestra Grande del sito archeologico di Pompei, ubicate davanti all’Anfiteatro.

La mostra è promossa da doutdo, in collaborazione con Il Parco Archeologico di Pompei e con il sostegno di Art Defender, leader del mercato della conservazione e della gestione dei beni d’arte e di pregio.

Info box: 
Dove: Pompei | Parco Archeologico di Pompei, Palestra Grande 
Quando: dal 15 giugno 2019 a fine anno 
Evento: La morale dei singoli 
31 artisti di grande prestigio italiani e internazionali interpretano con le loro opere il tema dedicato alla responsabilità individuale, al fine di illustrare il potere che il singolo ha quando si mette in connessione con gli altri, generando una sensibilità collettiva responsabile nei confronti della propria comunità. 
Genere: 31 opere, arte contemporanea 
Curatore: Andrea Viliani, Direttore MADRE - Museo d'Arte Contemporanea Donnaregina 
Allestimenti: Mario Cucinella Architects 
L’accesso alla mostra è incluso nella tariffa di ingresso agli scavi.

Per informazioni e orari clicca qui