Bellezza e memoria a Genova: nasce la Fondazione Pallavicino - Il Giornale del Restauro e del Recupero dell'Arte
Reggia di Venaria, nel 2020 riaprirà la Fontana dell’Ercole
28 Giugno 2019

Bellezza e memoria a Genova: nasce la Fondazione Pallavicino

L’appuntamento è per giovedì 4 luglio, a partire dalle ore 12.00, presso Palazzo Pallavicino, in Piazza Fontane Marose 2, a Genova, con la presentazione della Fondazione alla stampa e alle autorità.

Redazione

Nasce la fondazione Pallavicino onlus. Arte, storia e società per conservare, valorizzare e rendere pubblica la memoria dei Pallavicino, figli di una storia gloriosa, che li pone tra le più antiche ed eminenti casate feudali del settentrione d’Italia. Alla presidenza ci sarà Domenico Pallavicino mentre la direzione artistica è stata affidata a Vittorio Sgarbi.

Attraverso l’importante patrimonio familiare, con i suoi palazzi e le pregiate opere d’arte, la Fondazione sarà protagonista della vita culturale del Paese e della città di Genova, promuovendo conferenze, convegni, pubblicazioni dedicate all’arte italiana, con particolare attenzione per quella genovese, istituendo premi e assegnando fino a tre borse di studio per giovani laureati in storia dell’arte.

La Fondazione lavorerà per incrementare la propria collezione, con l’acquisto di dipinti, sculture, oggetti, sul mercato italiano e internazionale, e si farà promotrice di importanti mostre di arte antica, anche di privilegiato interesse, che si avvicenderanno nelle antiche stanze di Palazzo Pallavicino, a cui si darà nuovo lustro, o in altre sedi istituzionali, in gemellaggio con musei o fondazioni, con cadenza annuale. La grande arte sarà, dunque, ispirazione profonda di ogni attività, come ben testimoniato dalla volontà della direzione della Fondazione Pallavicino di affidare la direzione artistica al Prof. Vittorio Sgarbi, capace di generare e progettare, da sempre, una visione artistica di livello internazionale.

Nel corso della mattinata, interverrà il presidente Domenico Pallavicino e, a seguire, il Prof. Vittorio Sgarbi parlerà delle opere di proprietà della Fondazione, dipinti e sculture di artisti importanti come Maragliano, Cantarini, Strozzi, Gandolfi e altri.

L’assessore alla Cultura del Comune di Genova, Barbara Grosso, ha dichiarato: “I palazzi appartenenti alle antiche e nobili famiglie genovesi sono spesso ricchi di opere d’arte: tesori che devono essere salvaguardati, conservati e valorizzati, anche esponendoli al pubblico. E questo è proprio lo scopo della Fondazione Pallavicino, la quale promuove la divulgazione della memoria dell’omonima famiglia genovese, una delle più antiche casate feudali del Nord Italia che diede lustro alla nostra città. L’apertura di Palazzo Pallavicino, con le collezioni stabili e la proposta di due o tre mostre annuali di arte antica, anche di interesse genovese, nelle sale espositive del Palazzo o in altre sedi istituzionali, potranno rappresentare un virtuoso esempio di sinergia tra pubblico e privato, per implementare l’offerta culturale cittadina a vantaggio dei genovesi e dei turisti”.